venerdì 17 gennaio 2014

THE WOLF OF WALL STREET dopo le 5 candidature agli Oscar (compreso Miglior Film, Regia a Scorsese e DiCaprio miglior attore) e l'anteprima italiana a Borsa Italiana dal 23 Gennaio arriva al cinema !

dopo il saltino, sinossi e curiosità da 'The Wolf of the Wall Street'...


SEGUICI SU FACEBOOK    
SEGUICI SU TWITTER   
Solo qualche mese fa il rischio di non uscire - causa ritardi nel montaggio - poi lo slittamento a fine anno con la release americana fissata per Natale, il travolgente successo di pubblico americano (in 22 giorni oltre $81,7 milioni) e critica fino alla consacrazione domenica scorsa con il Golden Globes a Leonardo Di Caprio come Miglior Attore. 
Ieri le 5 candidature al premio Oscar - che includono quella prestigiosissima del Miglior Film, la Regia a Martin Scorsese, la sceneggiatura e per i due interpreti, Jonhan Hill e soprattutto a Leonardo Di Caprio - fanno di 'The Wolf of Wall Street' una delle pellicole più attese dell'anno, presentato ufficialmente anche in Italia ieri a Palazzo Mezzanotte sede della Borsa Italiana, il film uscirà finalmente in sala da Giovedì 23 Gennaio distribuito da 01 Distribution.

"...buona fortuna per il viaggio in metro verso casa dalle vostre brutte e inutili mogli, io nel frattempo chiedo ad Heidi di leccarmi il caviale dalle palle...ahahh volete un pò di aragoste per il viaggio di ritorno ? Lo so che non ve le potete permettere...morti di fame, teste di cazzo !!! Miserabili teste di cazzo....ehi belli guardate cosa mi sono ritrovato in tasca? Guardate è il salario di un anno e sapete cosa sono per me....spiccioli...spiccioli..." - Leonardo Di Caprio

Sinossi:
“Mi chiamo Jordan Belfort. L’anno in cui ho compiuto 26 anni, ho guadagnato 49 milioni di dollari, cosa che mi ha fatto incazzare, perché ne mancavano solo tre e avrei ottenuto una media di un milione a settimana”.

Basato su una storia vera, The Wolf of Wall Street segue l’impressionante ascesa e la caduta di Jordan Belfort (interpretato dal tre volte candidato all’Academy Award® Leonardo DiCaprio), il broker di New York che conquista una fortuna incredibile truffando milioni di investitori. Il film segue la folle cavalcata di Belfort, un giovane “nuovo arrivato” a Wall Street che si trasforma via via in un corrotto manipolatore dei mercati e in un cowboy della Borsa. Avendo conquistato rapidamente una ricchezza enorme, Jordan la utilizza per comprarsi un’infinita gamma di afrodisiaci: donne, cocaina, automobili, la moglie supermodella e una vita leggendaria fatta di aspirazioni e acquisti senza limiti. Ma mentre la società di Belfort, la Stratton Oakmont, è sulla cresta dell’onda e sguazza nella gratificazione edonistica più estrema, la SEC e l’FBI tengono d’occhio il suo impero contrassegnato dagli eccessi.
Il regista Martin Scorsese con The Wolf of Wall Street supera se stesso, grazie a un racconto oltraggioso, una dark comedy contemporanea sull’alta finanza, un mondo dove domina l’estorsione perfetta. Il risultato è un viaggio epico nell’esaltazione provocata da avidità, adrenalina, sesso, droghe e dal vortice costante del denaro guadagnato troppo facilmente.

Paramount Pictures e Red Granite Pictures presentano una produzione Appian Way, Sikelia e EMJAG Productions, un film di Martin Scorsese, The Wolf of Wall Street, interpretato da Leonardo DiCaprio, Jonah Hill, Margot Robbie, Matthew McConaughey, Kyle Chandler, Rob Reiner, Jon Favreau e Jean Dujardin. La pellicola è diretta da Martin Scorsese e sceneggiata da Terence Winter, che si è basato sul libro di Jordan Belfort. I produttori sono Scorsese, DiCaprio, Riza Aziz, Joey McFarland ed Emma Koskoff, mentre Alexandra Milchan, Rick Yorn, Irwin Winkler, Danny Dimbort, Joel Gotler e Georgia Kacandes sono i produttori esecutivi.


“Il protagonista di questa storia mi sembrava un Caligola moderno”, racconta Leonardo DiCaprio, come produttore ha lottato diversi anni per realizzare The Wolf of Wall Street.  “Alla fine degli anni ottanta e all’inizio dei novanta, Wall Street non aveva regole, sembrava il selvaggio West”, sottolinea DiCaprio. “E Jordan Belfort era uno di quei lupi che approfitta della mancanza di controlli per guadagnare una fortuna immensa. 

A mio avviso, la storia incarna perfettamente quel periodo in cui le istituzioni finanziarie erano molto disattese". “La cosa affascinante di Jordan è l’assoluta onestà sul suo comportamento sregolato. Lui non ha omesso nulla e non ha cercato di difendersi. Non voleva scusarsi della sua passione per la ricchezza e per le dipendenze folli, quindi questo dava vita a un personaggio affascinante. E alla fine, aver dovuto pagare un prezzo per tutto questo la rende una storia meravigliosa”.
“E’ un gangster moderno”, sostiene Joey McFarland della Red Granite Pictures, che ha affiancato Scorsese, DiCaprio, Riza Aziz ed Emma Kaskoff nella squadra di produttori. “Non è come i gangster violenti che abbiamo visto in altri film, ma uno che trova il modo di manipolare il sistema di Wall Street, soddisfare la sua avidità e approfittarsi delle persone. Quei bravi ragazzi era la storia di una gang di quartiere, ma lo è anche questa, solo che il quartiere è quello di Wall Street. E le persone che vengono sfruttate non sono dei negozianti locali, ma milioni di tipi normali, nella privacy delle loro case”.
Questo, sostiene McFarland, rendeva Martin Scorsese, i cui film coraggiosi e intensi hanno fatto la storia del cinema, il regista perfetto per questo materiale. Era eccitato di poter vedere questo realizzatore assumere un approccio senza limiti, che mettesse in evidenza il lato dark comedy della storia.

“Marty ha fatto il film senza dimenticare l’aspetto divertente. C’è il sesso, le droghe e i soldi, un viaggio tumultuoso, ma emerge comunque un umorismo costante e ricco di emozioni. Lo stile che Marty fornisce al film lo rende un evento di proporzioni epiche. Quando hai Marty e Leo insieme è già un evento, ma grazie a questo materiale estremo, diventa veramente qualcosa di speciale”.
La produttrice Emma Tillinger Koskoff, responsabile della produzione alla Sikelia Productions, parla del lavoro svolto assieme a Scorsese in tutti gli aspetti collegati ai progetti televisivi e cinematografici: “quando io e Marty abbiamo letto la sceneggiatura, abbiamo capito subito che avremmo voluto portarla al cinema. Per ambizioni, questo film è simile a Casinò, visto che la storia viene raccontata con il classico ritmo di Scorsese. Sapevo che l’atteggiamento senza paura e compromessi di Marty lo rendeva l’uomo giusto per questo soggetto”.

DiCaprio aveva le stesse impressioni. “Fin all’inizio, ero convinto che Marty fosse perfetto per questo materiale. Lui è in grado di fornire un senso di realtà, una vita vera e un tocco comico all’oscurità presente in questa storia, una caratteristica che pochi realizzatori
possono vantare di avere. Mi ricordo che Marty mi ha descritto Quei bravi ragazzi come una dark comedy ed è per questo che l’ho contattato subito per il film”.
Tuttavia, ogni persona coinvolta nel progetto è rimasta stupita vedendo il coraggio di Scorsese nel gettarsi in questo mondo di depravazione assoluta. Lo sceneggiatore Terence Winter riassume tutto così: “quando ho visto il film per la prima volta, sono rimasto impressionato. Era esattamente quello che avevo scritto, ma non riuscivo a credere al livello di follia, intensità e umorismo raggiunti. Il grado di impegno di questi attori, Leo in particolare, era pazzesco. Marty ha il dono di prendere qualcosa di scritto in una pagina e renderlo un capolavoro di narrazione visiva. Ha creato uno tsunami di follia”.



ecco gli incassi mondiali dei film più recenti fino al TITANIC del candidato al Premio Oscar, Leonardo DiCaprio:

$120,000,000 - THE WOLF OF WALL STREET
$351,000,000 - IL GRANDE GATSBY
$425,000,000 - DJANGO UNCHAINED
$85,000,000 - J. EDGAR
$825,000,000 - INCEPTION
$295,000,000 - SHUTTER ISLAND
$75,000,000 - REVOLUTIONARY ROAD
$115,000,000 - NESSUNA VERITA
$290,000,000 - THE DEPARTED
$171,000,000 - BLOOD DIAMOND
$214,000,000 - THE AVIATOR
$352,000,000 - PROVA A PRENDERMI
$194,000,000 - GANGS OF NEW YORK
$144,000,000 - THE BEACH
$30,000,000 - CELEBRITY
$183,000,000 - LA MASCHERA DI FERRO
$2,129,000,000 - TITANIC
Posta un commento