giovedì 9 gennaio 2014

Speciale: SAPORE DI TE la nostra intervista ad ENRICO VANZINA

dopo il saltino, la nostra intervista ad Enrico Vanzina per 'Sapore di Te' da oggi in 400 cinema di tutta Italia...




SEGUICI SU FACEBOOK

SEGUICI SU TWITTER

Esce oggi in 400 cinema d'Italia il nuovo film di Carlo ed Enrico Vanzina, 'Sapore di Te' distribuito da Medusa realizzato da International Video 80, ecco l'intervista allo sceneggiatore Enrico Vanzina che Box Office Benful ha realizzato a Roma in occasione dell'anteprima di ieri al Cinema-Teatro Adriano di Roma.


BoB - "Sapore di Te" è il titolo del vostro nuovo film in uscita il 9 gennaio, ed è anche l'ultimo verso della canzone "Sapore di sale" tema portante del film Sapore di mare, questa nuova pellicola nasce come omaggio al film cult anni '80 ?
EV - "Sapore di te", in qualche modo,  era un film inevitabile nella nostra carriera. Dopo il successo di " Sapore di Mare", per tanti anni, molti produttori ci hanno chiesto di rifare qualcosa di simile. A noi però non andava. Alla fine però, ci siamo convinti che un film parente di " Sapore di Mare" si poteva fare, ma certamente non ambientato negli Anni 60. E così abbiamo deciso di farlo negli Anni 80, proprio dove finiva l'altro. Non è un "sequel", non è un"prequel", è un film diverso, con attori diversi, ambientato in anni diversi. Le uniche due cose un pò simili sono Forte dei Marmi e una cifra sentimentale romantica. E poi una terza: anche questo è venuto bene.


BoB - quale ricordo avete di quel film, Sapore di Mare era il vostro ottavo film (in coppia con il fratello Carlo) vi immaginavate un boom d'incassi (all'epoca ottenne oltre 10 miliardi di lire) e fenomeno di costume di quel tipo?
EV - E' curioso, all'epoca i produttori del film non volevano farlo. Non volevano nel cast Christian De Sica e Virna Lisi. Invece il film, fortunatamente, si fece. Fu l'inizio della grande carriera di De Sica e Virna Lisi vinse il David di Donatello e il Nastro d'Argento. Quanto all'incasso, noi non ci pensiamo quasi mai prima. Ogni film ha il suo destino. Inutile stare lì a fare previsioni. Non servono.

BoB - Sapore di Mare fu il trampolino di lancio di tanti attori, Jerry Cala, Isabella Ferrari, Marina Suma e ovviamente Christian DeSica. Quest'anno ricorre anche il 30^ anniversario di Vacanze di Natale il primo dei cinepanettoni...pensate di riproporne uno il prossimo natale magari con la coppia storica Boldi/DeSica (molti gli spettatori che vorrebbero un loro ritorno insieme sul grande schermo) ? Pensate sia possibile?
EV - La coppia Boldi De Sica fu lanciata, di fatto, da Carlo nel film " Yuppies". Fu lì che capimmo che i due, insieme, avevano una chimica comica speciale. Poi con " Spqr" e i due " A Spasso nel Tempo" la coppia si cementò. Certo, quando recitavano insieme erano formidabili. Poi si sono separati. E' stato Boldi a mollare la coppia. Adesso farli tornare insieme ci sembra difficile. Il tempo spesso aggiusta le cose, ma altre volte le guasta inesorabilmente. Peccato, però, il pubblico li vorrebbe ancora fianco a fianco.

BoB - nel cast di Sapore di Te tanti giovani attori da lanciare, su tutti Eugenio Franceschini che il grande pubblico ha già potuto apprezzare in Una famiglia Perfetta, sarà il nuovo Scamarcio? 
EV - Eugenio Franceschini ha una grande presenza scenica. Come l'aveva Scamarcio quando ha iniziato. Bisogna vedere se Eugenio troverà una serie di film di successo capaci di imporlo. Ma bisogna anche vedere se lui ha intenzione di diventare un "bello" o un " bravo". Questo problema lo ha avuto anche Scamarcio. E lui ce l'ha fatta: è bello e bravo. Auguriamo lo stesso destino a Eugenio.

BoB - in questi giorni è già visibile il trailer di Sapore di Te, perchè non puntare  di più sulla story-line dei ragazzi ?
EV - Oggi le campagne pubblicitarie le fanno in larga parte quelli del Marketing. Di solito loro preferiscono puntare sulle facce già conosciute. Certe volte hanno ragione. Certe altre volte sbagliano. Comunque pensiamo che un film come " Sapore di te" viene percepito, a prescindere, come un film che parla anche e molto di storie giovanili.

BoB - tanta musica in Sapore di te, avremo modo di riascoltare la colonna sonora degli anni '80, è stato difficile selezionare i pezzi da inserire?
EV - Quando si pensa ad una colonna sonora come quella di " Sapore di te" l'unico vero ostacolo è quello dei costi. Le case discografiche chiedono cifre da capogiro. Però, in questo caso, abbiamo avuto la possibilità di scegliere alcune delle canzoni Anni 80 che consideravamo migliori e più rappresentative. E' una colonna sonora magnifica.

BoB - lo scorso anno il grande successo di pubblico di Mai stati uniti, quest'anno il ritorno al "Forte" con Sapore di te e a primavera una nuova produzione, Un matrimonio da favola con Ricky Memphis, parlateci di questo ultimo progetto ?
EV - Sarà una bella sorpresa. E' un film comicissimo, con un cast formidabile: Ricky Memphis, Emilio Solfrizzi, Stefania Rocca, Giorgio Pasotti, Adriano Giannini, Paola Minaccioni, Ilaria Spada, Riccardo Rossi, Andrea Osvart e il grande Max Tortora. Ripeto, sarà davvero una sorpresa.

BoB - il nostro blog si occupa principalmente d'incassi cinematografici, di mercato...con Sapore di Te uscite in un weekend difficile, il primo post-festività e con una pellicola fortissima in sala 'Un boss in salotto', quanto pensate possa incassare il vostro film per ritenerlo un successo di pubblico?
EV - In questi casi entra in gioco la scaramanzia. Come dicevano i De Filippo "Non è vero, ma ci crediamo"...Meglio tacere. Il pubblico deciderà.

ringrazio ancora Enrico (e Carlo) Vanzina per la gentilezza e la disponibilità.
Seguirà recensione del film 'Sapore di Te', photo call e informazioni dalla presentazione alla stampa effettuata ieri presso il Cinema Teatro Adriano in Roma.
A questo link il nostro primo speciale sul film Sapore di Te.

Sinossi: Il grande successo di “Sapore di Mare” nel 1983, ambientato negli anni ’60 rilanciò quegli anni e la colonna sonora di quell’epoca allegra e disincantata.
Dopo esattamente trent’anni i Vanzina tornano a Forte dei Marmi per rilanciare gli anni ’80. Anni pieni di allegria e di canzoni altrettanto mitiche di quelle degli anni ’60.
Attraverso il racconto di due estati (quelle del 1983 e del 1984) il film illustra uno spaccato della società italiana di allora. I protagonisti di questa storia sono tanti. Ci sono Luca e Chicco, due compagni d’università, che si innamorano della stessa ragazza. C’è Anna, che sta per laurearsi e che incontra Armando, uno Steve McQueen di provincia che gli rapisce il cuore.
C’è la famiglia Proietti, con Alberto tifoso romanista, sua moglie Elena e la figlia diciassettenne Rossella, oggetto delle attenzioni di Luca e Chicco.
C’è il Ministro De Marco, un simpatico socialista napoletano travolto dalla passione per la sentimentale e ingenua Daniela, una giovane soubrette di “Drive In”.
Intorno a loro un mosaico di caratteri tipici di quell’epoca: il bagnino Renato, che seduce le giovani straniere, la compagnia della spiaggia dei ragazzi sempre pronti a scherzi goliardici e a scappatelle sentimentali, i genitori di Luca, due borghesi milanesi che rimpiangono gli anni ’60…
Il film vuole essere un piccolo e divertente romanzo sentimentale sull’amicizia, l’amore, il successo, il destino. E infatti, nel finale, in una frenetica carrellata dagli anni ’80 ad oggi seguiamo le vicissitudini dei nostri protagonisti e quello che la vita ha riservato per loro.
Sono finali commoventi, divertenti e spesso anche felici come quelli dei film dove prima dei titoli di coda arriva sempre immancabilmente l’happy end.





Posta un commento