sabato 8 novembre 2014

#50giorni2014 Festival Internazionale di Cinema e Donne (Firenze, 6 – 11 Novembre) di Elena Chiti

#50giorni2014 Festival Internazionale di Cinema e Donne (Firenze, 6 – 11 Novembre)
di Elena Chiti

La rassegna 50giorni di cinema a Firenze prosegue con il 36° Festival Internazionale di Cinema e donne, che propone uno sguardo sul mondo offerto da registe provenienti da Italia, Québec, Canada, Svezia, Danimarca, Olanda, Belgio, Germania, Gran Bretagna e Francia.
Il Festival offrirà una densa carrellata di proiezioni (al Cinema Odeon, piazza Strozzi, Firenze), che ogni giorno avranno inizio alle 15.30 e proseguiranno senza sosta fino all’ultimo spettacolo delle 21.00. L’intenso programma delle proiezioni presenterà film realizzati da registe donne su tematiche varie: avventure on the road e storie d’amore ma anche di guerra e di immigrazione, di infanzie difficili, di prostitute nigeriane giunte in Europa nella speranza di trovare una vita e un lavoro “normali”, contrapposte ai film biografici di celebri e significativi personaggi femminili.
Della regista italiana Costanza Quatriglio saranno proposti i film “Il mondo addosso”, “Con il fiato sospeso” e “Il mio cuore umano”, un originalissimo docu-film, scandito in 3 capitoli, che ricostruisce sia lo sviluppo della personalità artistica di Nada Malanima, nota cantante e scrittrice italiana, sia i cambiamenti avvenuti nel nostro paese.
Il festival dedicherà grande importanza anche ad una densa e variopinta “sezione cortrometraggi”, all’interno della quale sarà possibile assistere alla raffinata ricerca visiva di “Belles endormies” di Léa Rogliano (Belgio, 2013, 16′ 30”), che propone una poetica riflessione sui volti e sui corpi delle donne reali, virtuali o sognate.

Numerosi saranno anche i momenti di incontro con le vere protagoniste del Festival: le registe.
Una tavola rotonda, ad ingresso libero, a cui parteciperanno le registe del Festival, avrà luogo sabato 8 novembre, alle 10.30, presso L’Istituto francese a Palazzo Lenzi, in piazza Ognissanti a Firenze.
Mentre domenica 9 novembre, alle 10.30, L’Istituto tedesco di Borgo Ognissanti ospiterà il dibattito “Rivoluzionarie, sante e filosofe. Un’eredità per l’Europa in tre film di Margarethe von Trotta ”.
Successivamente Micheline Lanctôt riceverà il Premio Sigillo della Pace sabato 8 novembre e, durante la serata, saranno proiettati due film della regista canadese: “Pour l’amour de Dieu” (2011) e “Sonatine”, Leone d’Argento alla Mostra di Venezia del 1984.
Infine, di Margarethe von Trotta saranno proiettati, nel corso del Festival, tre film biografici, ispirati alle vite di Hildegard von Bingen, Hannah Arendt e Rosa Luxemburg e, durante la serata di domenica 9 novembre, la regista tedesca riceverà il Premio Gilda.

Per il programma dettagliato vi rimandiamo al sito: www.50giornidicinema.it 
o alla pagina  https://it-it.facebook.com/FestCinemaeDonne

Elena Chiti

Posta un commento